latina

Rossella Angelico, sì unanime: la rotatoria di Via del Lido “pietra d’inciampo”

Maria Grazia Ciolfi: "Simbolo della lotta alla violenza contro le donne"

LATINA – La rotatoria tra via del Lido e Via Nascosa sarà intitolata a Rossella Angelico. Così Latina ha deciso di ricordare la studentessa del Liceo Manzoni di Latina uccisa a 17 anni nel 1985 per essersi ribellata ad una violenza sessuale. Lei che credeva in un mondo migliore, come ripeteva e come è impresso oggi su una lastra di marmo fuori dalla Chiesa di San Matteo. “Questa intitolazione è stata anche una occasione di elaborazione del lutto per dare senso al dolore”, ha affermato l’assessora alle pari opportunità, Patrizia Ciccarelli.

Un sì unanime quello espresso dalla Commissione Toponomastica che si è riunta martedì alla presenza di associazioni di donne di Latina, dei rappresentati di associazioni giovanili e della sorella di Rossella, Elisabetta. “La  comunità si è unita in un sostegno partecipato a questa intitolazione, per ricordare per sempre Rossella e affinché il suo ricordo, la testimonianza della sua grande forza morale e della sua strenua lotta che le è costata la vita contro una violenza sconcertante, diventi a Latina il simbolo, anche per le generazioni future, della lotta contro la violenza sulle donne”, ha sottolineato la consigliera Maria Grazia Ciolfi.

“Sarò fiera, come tante e tanti di incontrare una sorta di “pietra di inciampo” ogni qual volta percorrerò la strada verso il mare”, ha sottolineato la consigliera Marina Aramini.

Rossella fu uccisa su Via Cicerchia a bastonate e la polizia arrivò ai responsabili tutti condannati e oggi liberi. “La mia famiglia è stata devastata  – ha raccontato Elisabetta Angelico – ma Latina si è stretta a noi e ci ha protetto”.  Con questo stesso spirito ieri l’intitolazione ha ricevuto il si di tutti, maggioranza e opposizione.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto