perché?

Valerio, Alfiere della Repubblica, bersaglio di odiatori di un gruppo Facebook

Indaga la polizia postale sugli insulti pubblicati in rete

LATINA – Odiatori social contro Valerio Catoia, il giovane atleta con sindrome di Down che nell’estate di due anni fa ha salvato una bambina che rischiava di annegare alla Bufalara e che per questo suo gesto altruistico è diventato Alfiere della Repubblica. Le parole usate contro Valerio non meritano di essere ripetute, tanto sono offensive oltre che totalmente immotivate. Per questo ora sulla vicenda sta indagando la polizia postale di Latina che ha messo nel mirino in particolare gli appartenenti ad un gruppo Facebook che il papà di Valerio aveva anche provato a contattare ricevendo in cambio altri insulti . Il gruppo poi è stato chiuso, ma parlano gli screenshot allegati alla denuncia. Inutile dire quanto dolore la faccenda stia causando ai diretti protagonisti.

2 Commenti

2 Commenti

  1. Alessandra Roma

    Alessandra Roma

    15 Novembre 2019 alle 13:35

    Che gente priva di senso

  2. peter rei

    15 Novembre 2019 alle 15:39

    Leoni da tastiera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto