crisi da coronavirus

Mascherine, Cna Latina “chiama” le aziende pontine del settore moda e tessile

Ci sarebbero imprenditori interessati alla riconversione

LATINA – Provare a salvare le imprese in crisi indicando la strada della riconversione per la produzione di dispositivi di protezione. La CNA di Latina ha rilanciato a livello locale la call per il settore produttivo della moda “affinché le aziende locali colgano l’opportunità di riconvertirsi nella produzione di mascherine chirurgiche e di altri dispositivi di protezione individuale (DPI)”.

Proprio in queste ore  – spiega il direttore Antonello Testa – sul sito di Invitalia è stato aperto lo sportello per ottenere agevolazioni fino a 800 mila euro per chi amplia o riconverte i propri impianti con un iter di valutazione di massimo 5 giorni. E ci sarebbero imprenditori interessati.

“Altra importate iniziativa  – dicono da Cna Latina – è quella della Regione Lazio che ha messo in campo per imprese e partite Iva 55 milioni di euro tramite la piattaforma FARE Lazio (gestita da Artigiancassa e Medio Credito Centrale). Il bando riapre il 1 aprile e da la possibilità alle piccole e medie imprese di avere finanziamenti per  liquidità immediata fino a 10 mila euro a tasso zero restituibili sino a 60 mesi. Anche su questo punto, grazie alle risorse dell’ufficio credito della CNA di Latina,  stiamo lavorando per predisporre la consulenza finalizzata alle procedure di attivazione del fondo”.

Per tutte le informazioni è possibile contattare la CNA Latina allo 0773605993- 8 o scrivere al seguente indirizzo mail: segreteria@cnalatina.it –

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto