giù le barriere

Spiagge inclusive, Fare Latina: “Ora passerelle speciali e per Latina un disability manager”

Parla la responsabile welfare del Movimento Simona Novaga

LATINA –  “Dopo il progetto Spiaggia Inclusiva continua il lavoro del Comune di Latina per l’accessibilità delle spiagge”. Lo sottolinea il  movimento Fare Latina con Simona Novaga, responsabile del Dipartimento Welfare, che ha rinnovato la richiesta di procedere celermente all’installazione delle passerelle “speciali” che devono arrivare a cinque metri dalla battigia, larghe tanto da fare passare sedie jobs, carrozzine  e soprattutto che devono essere stabili per consentire l’accesso alla spiaggia e anche in acqua a tutti .
“Si tratta – spiega Simona Novaga – di una richiesta che abbiamo per tempo sottoposto all’Assessore Calì , nel mese di marzo, durante il primo incontro su questo delicato tema. La stagione balneare inizia il 15 giugno e abbiamo registrato tante richieste per velocizzare la procedura visto che, come sta succedendo da qualche anno a questa parte, già da fine aprile inizia il caldo e anche chi non può farlo con le proprie gambe avrebbe il piacere di potere raggiungere la battigia. Gli scorsi anni, infatti, è sempre slittata di molto l’installazione di questi accessi dedicati ed è per questo che stiamo sollecitando l’assessore Calì affinché, questa volta, vengano rispettati i tempi per le tante famiglie che attendono. Da parte sua abbiamo avuto rassicurazioni in tal senso e siamo sicuri che, nell’ottica della massima collaborazione che si è stabilita nel governo della città, a giorni verranno installate passerelle, bagni e docce su tutto il lungomare di Latina lì dove già esiste il primo tratto delle passerelle per disabili segnalate da appositi cartelli. Continueremo a lavorare, a collaborare ma anche a vigilare, così come promesso alle tante persone che, in questi mesi, si sono rivolte a noi di Fare Latina”.

L’abbattimento delle barriere architettoniche, non solo al mare ma in tutti i luoghi della città, è un tema particolarmente caro a Fare Latina  – ricorda la consigliera comunale del Movimento, Annalisa Muzio che ha fatto inserire in Bilancio una somma pari a 60 mila euro per la figura del Disability Manager. “Una figura, quella del Disability Manager – continua Simona Novaga – che ben conosce le normative e che sia in grado anche di intercettare fondi nazionali e regionali, che ogni anno vengono messi a disposizione, di tutte le amministrazioni che vogliono rendere la proprie città, spiagge comprese, accessibili e fruibili alle persone disabili. Non solo passerelle – conclude la responsabile del Dipartimento Welfare di Fare Latina – ma un progetto più ampio e a lungo termine che preveda l’implementazione dell’offerta turistica dedicata a persone con disabilità motoria, sensoriale, cognitiva e comportamentale, ai soggetti con disabilità o infortuni temporanei, alle persone con specifiche condizioni di salute come dializzati, diabetici, oncologici e cardiopatici, ai turisti con esigenze speciali. Anche questo è importante per l’economia di un territorio e per rilanciare, speriamo presto, un’offerta turistica che faccia del Comune di Latina un comune capofila per progetti innovativi e sempre più inclusivi”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto