in onda su Rado Luna

Il caporalato in Calabria e in Agro Pontino

Parla Giusi Nicolini, sindaco di Lampedusa, incontrata a Lamezia Terme

Il sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini con la giornalista Angela Iantosca autrice di questa rubrica

Il sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini con la giornalista Angela Iantosca autrice di questa rubrica

LATINA – L’8 giugno a San Ferdinando viene ucciso un ragazzo nella tendopoli allestita 6 anni fa, dopo la rivolta contro il caporalato di Rosarno. Si torna a parlare di caporalato in Calabria.
Ma il caporalato è anche qui, tra noi, nell’Agro Pontino, come dimostra la manifestazione dello scorso aprile dei braccianti sikh: un evento storico che ancora una volta ha mostrato il coraggio di chi ha affrontato pericoli, sofferenze, dolori, deserti, mare, viaggi lunghi per la libertà e che non può accettare che i diritti minimi vengano violati. Perché c’è solo una cosa che chiedono Il rispetto della loro dignità e dei loro diritti. Come ci racconta anche Giusi Nicolini, sindaco di Lampedusa, prima porta su questi altri che preferiamo ignorare piuttosto che conoscere e accogliere.

ASCOLTA RADIO LIBERA (IN ONDA IL MERCOLEDI’ E IL SABATO ALLE 11 SU RADIO LUNA) 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto