e' il massimo

Flash mob per Massimo, gilet arancioni davanti La Feltrinelli

La manifestazione il sabato prima di Natale, c'è chi ha strappato la tessera

LATINA – Gilet arancioni e fischietti per il flash mob organizzato dal gruppo di amici, clienti e frequentatori della libreria Feltrinelli di Latina che sabato pomeriggio, in pieno shopping natalizio,  si sono radunati in Via Diaz per manifestare contro il licenziamento in tronco di Massimo Bortoletto, da otto anni direttore dello store, molto apprezzato per il grande lavoro di apertura al territorio sempre svolto.   I manifestanti che hanno esposto cartelli con su scritto Il Lavoro è un Diritto Costituzionale, hanno spiegato di non voler entrare nel merito delle ragioni del licenziamento di Bortoletto, ma di voler mostrare solidarietà ad una persona perbene, che ha contribuito alla crescita culturale della città.  Tra le tante persone presenti, alcune delle quali hanno simbolicamente tagliato la tessera della libreria, c’era anche  l’ex Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio, Sesa Amici.

L’evento è stato organizzato dagli attivisti della pagina Fb E’ il Massimo.

18 Commenti

18 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto