verso il 25 novembre

Latina, violenza di genere, anche le giovanissime bersaglio di morbosità e controllo

Il centro Donna Lilith: "L'età di chi si rivolge a noi si è abbassata". Lo Sportello dei Minori: "Fenomeno dilagante"

LATINA- Basta un whatsapp non letto per creare una situazione di tensione tra una ragazza e un ragazzo giovanissimi e per dare il via a relazioni  sbagliate in cui domina la logica della gelosia-controllo. Se ne è parlato ieri al Centro Donna Lilith di Latina dove si è fatto il quadro della situazione sul territorio del nord della provincia e sono state presentate le iniziative per il prossimo 25 novembre – Giornata Internazionale contro la Violenza sulle donne –  quando saranno inaugurati i nuovi murales a tema commissionati a due street artist per raccontare, scrivendolo anche sui muri del capoluogo con la forza dell’arte, che uscire dalla violenza si può.

“E’ in aumento il numero delle donne che si rivolgono ai centri antiviolenza, solo nell’ultimo anno 140 a Latina e 70 ad Aprilia dove lo sportello ha aperto meno di un anno fa”, spiega la presidente del Centro Donna Francesca Innocenti che ne dà una lettura: “Questo significa che il nostro lavoro è efficace e che si riesce a svelare la violenza”.  Il racconto che arriva alle operatrici del Centri Antiviolenza è di botte, ricatti, minacce. Purtroppo  in crescita è anche il numero delle giovanissime, un dato confermato dall’Osservatorio Nazionale antiviolenza che ha condotto un’indagine tra le ragazze di età compresa tra i 13 e i 19 anni: una ragazza su dieci aggredita verbalmente, una su venti picchiata.

FRANCESCA INNOCENTI AL MICROFONO DI FRANCESCA BALESTRIERI

La responsabile dello Sportello di Latina del Garante per i Minori della Regione Lazio, Monica Sansoni denuncia il caso più grave, non l’unico purtroppo, che ha riguardato una ragazza del sud Pontino di appena 15 anni. Una foto intima inviata al fidanzatino ha fatto il giro di molte chat fino ad arrivare su siti pornografici, perché si era rifiutata di cedere a ricatti sessuali.  La vicenda è ora nelle mani della Procura.

MONICA SANSONI AL MICROFONO DI FRANCESCA BALESTRIERI

Lo Sportello dei Minori ha organizzato due appuntamenti: il primo si terrà il 22 novembre presso il liceo Majorana con l’avvocato Nicodemo Gentile per parlare con i ragazzi del tema presentando anche il suo libro “Padrone” che racconta l’ esperienza dirette nel mondo degli adolescenti e della violenza. Il secondo appuntamento in programma il 23 novembre dalle 16 alle 17:30 presso l’Anfiteatro Academy di Latina è un corso di formazione tenuto dalla stessa Monica Sansoni nel suo ruolo di criminologa e criminalista.
“Sono incontri volti a sensibilizzare i ragazzi sul fenomeno che sta dilagando. Ci teniamo a precisare che si tratta di una grande e grave violazione dei diritti umani, un problema diffuso e spesso trascurato. Segnalazioni mi sono arrivate proprio in questi giorni da alcune ragazze incontrate nelle scuole che hanno svelato di essersi trovate prigioniere in relazioni sbagliare. Alcune delle segnalazioni ricevute sono state inviate all’autorità giudiziaria, altre si sono fermate per paura e altre perché molto spesso si tende a giustificare il fidanzatino del momento”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto