taglio del nastro

Piazza del Popolo torna a splendere: restaurati i giardini e la fontana del luogo-simbolo di Latina

Il sindaco Coletta: "Intervento che riconnette la piazza con la sua storia". Ranieri: "Vivetela come luogo di incontro"

Shares

LATINA – In origine, la sfera di marmo al centro di Piazza del Popolo, non c’era. La fontana era rasoterra e i fregi da cui zampillava l’acqua oggi si trovano in piazza San Marco. Ma proprio “la palla” realizzata nel 1939, è diventata simbolo di questo luogo e i suoi marmi brillano oggi al sole, dopo il restauro, mostrando le venature verdi che avevamo dimenticato. Mentre il mirto restituisce l’immagine dei primi giardini all’italiana e le rose Black Forest dai fiori doppi e color rosso ciliegia, riempiono le aiuole piccole interne. Il prato richiede bassa manutenzione e garantisce risparmio idrico. E’ Piazza del Popolo in versione 2020.

“Vedere Piazza del Popolo tornare alla sua bellezza, è un’emozione. La percepisco in chi oggi è qui e la provo io che da tempo pensavo a questo restauro. La riapertura poi coincide con un momento particolare che la nostra comunità sta vivendo e vuole essere un segnale di ritorno alla fiducia. Insomma, penso che questa inaugurazione abbia tanti significati”, ha detto il sindaco di Latina Damiano Coletta.

“La riqualificazione del Giardino della piazza principale della città è anche un modo per dare dignità a chi ha lavorato in questi 87 anni di vita della città, per l’Amministrazione comunale. Un luogo di tutti, da vivere come luogo di incontro”, è l’invito dell’assessore al Decoro, patrimonio e lavori pubblici Emilio Ranieri.

L’area sotto il Comune, si caratterizza per i famosi giardini disegnati dal pittore futurista Sibò, che come Pierluigi Bossi lavorò al fianco di Oriolo Frezzotti nella sua veste di capo dell’ufficio tecnico comunale di Latina, dando forma al progetto. E anche quando il lavoro lo portò altrove, rimase sempre affezionato alla città. Per questo, accanto al sindaco Coletta al momento del taglio del nastro con il Prefetto Maria Rosa Trio, il Questore Michele Spina, il comandante provinciale dei carabinieri Gabriele Vitagliano e il comandante dlela Guardia di Finanza Michele Bosco, c’era Simona Bossi, figlia di Sibò. “Sono bellissimi, ma forse io sono di parte – ci ha detto – Sono fiera per lui”.

Al restauro dei Giardini di Piazza del Popolo ha contribuito l’architetta Armandina Antobenedetto che ha donato il progetto al Comune: “Dopo aver visto per anni nel degrado un posto tanto bello, l’ho ritenuto necessario. Confido nella sensibilità e nel rispetto da parte dei cittadini, perché Latina merita una piazza così bella”.

La storia, l’intervento e anche la leggenda di Piazza del Popolo sono riassunti in un opuscolo pubblicato per l’occasione dal Comune.

6 Commenti

6 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto