6 agosto

I Folk Road in concerto all’Arena San Francesco di Latina

31 anni di vita musicale in una serata

Shares

LATINA – I Folk Road festeggiano i 31 anni di carriera e lo fanno naturalmente con un concerto in programma stasera (6 agosto) alle 21,30 nell’Arena San Francesco di Latina con Marcello De Dominicis alla voce solista, Piermario De Dominicis, alla chitarra e voce, Caterina Bono (la violinista che ha fatto parte dell’Orchestra di Ennio Morricone ed è stata accompagnatrice con la Roma Sinfonietta Orchestra di artisti del calibro di Roger Waters e Burt Bacharach) al violino, Vincenzo Zenobio alla fisarmonica, Vera Petra, al bodhran e alle percussioni, Antonio Colaruotolo al basso e Lorenzo Di Masa, alla chitarra. Ospite della serata alla cornamusa, histle e tutti i tipi di flauti, Alessandro Mazziotti, collaboratore di musicisti del calibro di Ambrogio Sparagna, Peppe D’argenzio (Avion Travel) e Patrizio Trampetti (della Nuova Compagnia di Canto Popolare).

“Non è facile festeggiare una lunga carriera ai tempi del Coronavirus – dicono dalla band –  ma la voglia di ricominciare è tanta e quindi, in tutta sicurezza, l’Associazione  Hellzapoppin, in collaborazione con Valore Salute e Arena Estiva San Francesco 2020 hanno voluto garantire ai Folk Road un bellissimo spazio per ripercorrere le tappe musicali della loro lunga storia”. “Musica irlandese infuocata, ma anche il suono delle cornamuse di Irlanda e Scozia nel programma di questa sera” ci ha raccontato, Marcello De Dominicis

ASCOLTA

CHI SONO I FOLK ROAD –  I Folk Road, quasi per gioco, per volontà del cantante /musicologo, Marcello De Dominicis, nascono all’interno dell’associazione “Folk Club di Latina,nel 1989. All’inizio il loro repertorio comprende brani della tradizione, americana, inglese ed irlandese. In seguito si dedicheranno solo al musica irish. Dopo qualche anno, in cui cambiano molti musicisti e, dopo tante tante esibizioni nei pubs e nei locali di Latina,il gruppo comincia ad avere le prime soddisfazioni, suonando in importanti manifestazioni in giro per l’Italia e per l’Ambasciata irlandese a Roma. Sono anni ,ricchi di soddisfazione che li portano a collaborare con nomi importanti della scena italiana ed internazionale della musica irish, come Massimo Giuntini (Modena City Ramblers),Jenny Sorrenti, Donal O’ Connor, Christy Leahy,Finbar Furey etc. Si esibiscono ,quindi,in festivals importanti in Italia ed all’estero. Tengono ,intanto a battesimo importanti locali di Latina come il Doolin, di cui sono,ancora oggi, protagonisti di concerti incandescenti e molto partecipati! Alla fine degli anni novanta vengono chiamati in Rai ,nella trasmissione radiofonica , “La stanza della musica” dove presentano un intero concerto e riscuotono un lusinghiero successo.Vengono invitati nel Festival internazionale di Gannat,in Francia e nella piu’ importante manifestazione di musica irlandese in Italia, “L’Irlanda in festa” a Firenze. Nel 1998 incidono il loro unico album ,che viene ristampato molte volte .Due tracce dell’album ,vengono inserite nel cd della piu’ importante rivista di Irish Music, “Celtica”,ma il loro anno di grazia è il 2000,quando il loro cantante viene scelto come consulente musicale per il film ,”Gangs of New York “ di Martin Scorsese. I Folk Road suonano sia singolarmente che come gruppo in diverse scene del film e sono presenti anche nella colonna sonora ,suonando assieme ad altri musicisti il brano ,”New York girls”. Sempre in quell’anno esce in edicola,l’Enciclopedia della Musica Celtica,edita da “Hobby &Works” ed i Folk Road vengono inseriti tra i 15 migliori gruppi italiani che eseguono musica irlandese.Ritornano in Rai per eseguire un brano la colonna sonora dell’adattamento teatrale , “Dancing at Lughnasa” di Brian Freil,assieme a Massimo Giuntini. Nel 2012 partecipano a due importantissime manifestazioni romane ,aprendo i concerti di artisti del calibro di Alan Stivell e Fairport Convention che si complimentano con loro per la loro esibizione. Incidono,nel frattempo un singolo con 4 brani che fanno parte ancora oggi del loro repertorio live.Potremmo continuare ancora a descrivere altre tappe di questo importante gruppo pontino e dei suoi solisti ,che ha portato il nome di Latina in altri festival importanti come “Carrying Stream Festival “ ad Edimburgo o “ Torino Festival”,ma ci sembrano sufficienti queste righe per consigliarvi di non perdere questo grande evento live.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto