alle 11

Visita ispettiva di Simeone e Tripodi al Goretti, la Asl: “Potranno verificare l’abnegazione del personale”

Con i due consiglieri regionali anche gli europarlamentari Adinolfi e De Meo

LATINA – Hanno annunciato una visita ispettiva al Goretti ritenendo insufficienti le risposte date dall’azienda Asl di Latina sull’emergenza di questi giorni. Alle 11 è in programma la visita del presidente della commissione regionale Sanità Giuseppe Simeone , del capogruppo in regione della Lega Orlando Tripodi, segli europarlamentari  Adinolfi e De Meo, con i capigruppo comunali di Latina Carnevale e Calvi.

Pronta la risposta dell’Azienda: “La Direzione della ASL di Latina accoglie con piacere la visita ispettiva annunciata da consiglieri regionali ed europarlamentari all’Ospedale S. Maria Goretti. Potranno verificare di persona l’abnegazione del personale e l’assistenza che viene prestata ai malati in questo drammatico periodo di emergenza. Potranno verificare che le attese per un posto letto, sono inferiori a quelle di altre realtà sanitarie e che l’Ospedale sta rispondendo all’emergenza adeguando gli spazi a seconda di un piano predisposto nei mesi scorsi e che viene dispiegato, in modo progressivo, in considerazione della pressione proveniente dall’esterno”.
Un’occasione quella offerta dalla visita per spiegare anche “che, grazie alle azioni intraprese, le attese di ambulanze sono occasionali e significativamente inferiori a quelle di altre realtà sanitarie – dicono dalla direzione generale –  Potranno anche verificare che l’aver liberato spazi alle spalle del Pronto Soccorso, così come previsto dal Piano per maxi emergenze (PEIMAF), risponde a precise strategie volte a prevenire ulteriori possibili situazioni di disagio in caso di necessità”.
Per concludere: “Ritenere che quanto posto in essere sia il frutto di improvvisazioni, offende innanzitutto i professionisti sanitari che oggi gli onorevoli incontreranno durante la loro visita”.

Ieri era stato l’onorevole Simeone dopo l’interrogazione presentata a Zingaretti e D’Amato a tornare sull’argomento, giudicando insufficiente il rapporto inviato dal presidio ospedaliero di Latina a Roma e chiedendo di ricevere risposte chiare alle nostre precise domande:
“Quanti sono ad oggi i posti letto attivi per l’emergenza Covid all’ospedale Goretti? Quanti sono i pazienti che si trovano al Pronto Soccorso, e per ognuno di essi da quanti giorni sono in attesa di ricovero presso il reparto Covid del nosocomio? Come s’intende reperire ulteriori posti letto? Considerando che se anche solo per il 5% degli oltre 2000 soggetti attualmente ‘in isolamento domiciliare’ si presentasse la necessità di un ricovero, avremmo non meno di un centinaio di altri degenti”. Simeone si è anche detto contrario ala decisione di sacrificare la cappella dell’ospedale per creare nuovi posti letto, autorizzata dal vescovo Crociata come si fa abitualmente in tempi di emergenza.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto