chi ha detto sì

Vaccino anti Covid, la radiologa Maria Grazia Ciolfi: “Aderisco, è l’unica vera arma che abbiamo”

Nella settimana del reclutamento tra i sanitari, le testimonianze di medici e infermieri

LATINA – Cresce il numero di adesioni alla campagna per il vaccino anticovid tra i sanitari e gli operatori socio-sanitari. C’è meno di una settimana per dare il proprio consenso ed entrare a far parte del primo slot, quello che  – se tutto andrà come si spera – porterà la Asl di Latina a vaccinare circa 8-9000 persone, le più esposte al contagio, per un totale di 17mila dosi (due per ognuno).

Ne abbiamo parlato ieri con il responsabile del Dipartimento di assistenza primaria della Asl di Latina, Loreto Bevilacqua, che in quanto medico ha già iscritto il proprio nome nella lista, prima di cominciare a raccogliere le voci di chi al Goretti e negli altri ospedali del territorio lavora e vive da vicino l’emergenza pandemica.

Tra chi ha aderito c’è la radiologa (e  consigliera comunale di Lbc),  Maria Grazia Ciolfi. Da molti mesi la dottoressa Ciolfi “legge” le tac attraverso le quali vengono diagnosticate le gravi  polmoniti causate dal virus. E si è iscritta convintamente: “Non ho esitato perché il vaccino è l’unica arma che abbiamo per sconfiggere questo virus – spiega –  Sebbene siano stati messi  a punto diversi protocolli terapeutici che vengono applicati, purtroppo non con tutti i pazienti producono i risultati sperati. Riusciremo a uscire da questo incubo soltanto quando la vaccinazione avrà il cosiddetto effetto-gregge”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto