conferenza stampa

Il Latina Calcio è in vendita: prima asta l’11 aprile per 1 milione e 280 mila euro

I curatori: "Primo obiettivo raggiunto, via libera dal giudice Vaccarella". Cinque le date fissate. Squadra e tecnici senza stipendio da ottobre

Conferenza stampa dei curatori fallimentari US Latina Calcio Dott Vincenzo Loreti e Avv Luca Pietricola – Latina Stadio Francioni 29 Marzo 2017 – Photo: Enrico de Divitiis / www.enricodedvitiis.it

LATINA – E’ pronta l’ordinanza di vendita del Latina Calcio. Lo hanno detto oggi nel corso di una conferenza stampa, i curatori fallimentari che hanno fatto il punto su quanto emerso dall’analisi del conti societari da quando è stato avviato l’esercizio provvisorio. In cassa allora c’erano 56 euro e dopo ottobre 2016 calciatori, tecnici e amministrativi dell’Us Latina Calcio, non sono più stati pagati.

Il 27 marzo, a 18 giorni dalla dichiarazione del fallimento, è stata autorizzata dal giudice delegato, Linda Vaccarella, la vendita della società sportiva. La prima data per l’asta è l’11 aprile, prezzo base 1,280 mila. Ne seguiranno altre quattro in discesa progressiva fino a 270 mila euro di base d’asta, il 27 aprile. Chi presenterà l’offerta deve però soprattutto garantire i quasi 6 milioni di debiti sportivi alla Lega.

“Abbiamo dovuto gestire i primi giorni fronteggiando i problemi man mano che si presentavano, tanti, compresa la linea del telefono staccata. Da febbraio mancava la copertura assicurativa sia per il Francioni che per l’ex Fulgorcavi. Abbiamo cominciato a correre Abbiamo escusso una fideiussione e siamo riusciti ad avere un’anticipazione rispetto ai diritti che comunque sarebbero arrivati ad aprile”,  hanno spiegato il commercialista Vincenzo Loreti e l’avvocato Luca Pietrocola. “Ora  viviamo giorno per giorno, continuiamo a tagliare costi, ma non abbiamo ancora potuto pagare nessuno. Per questo  ringraziamo chi ha continuato a svolgere il suo lavoro con grande serietà”.

LA PENALIZZAZIONE – La penalizzazione pende come una spada di Damocle sulla testa della società: uno è per la  mancata sostituzione della fideiussione, un secondo per emolumenti e ritenute Irpef di novembre e dicembre e infine un  procedimento per i  collegamenti tra alcuni tesserati del club e personaggi della malavita organizzata per i quali esiste una responsabilità oggettiva della società. I curatori si sono detti comunque fiduciosi avendo elementi che possono alleggerire la posizione dell’Us Latina Calcio.

Per partecipare all’asta le domande vanno consegnate entro le ore 12 del 10 aprile in vista della prima gara fissata per l’11. “Da oggi tutti coloro che sono interessati ad avere informazioni ci troveranno disponibili a fornirle”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto