con gabriele bonomo

Festival Pontino e fondo Petrassi, l’unicità di un binomio

Prosegue l'esplorazione dei materiali anche inediti lasciati dai compositori al Campus

SERMONETA – Valorizzare il patrimonio dell’archivio di Studi Musicali Goffredo Petrassi. E’ uno degli obiettivi delle ultime edizioni del Festival Pontino di Musica. “Era un disegno progettuale forte dell’architetto Riccardo Cerocchi che stiamo portando avanti. Continuiamo anche quest’anno l’esplorazione di questo importante fondo musicale”, racconta il compositore Gabriele Bonomo (in foto). Tra Contilli, Barbara Giuranna e Ghedini, giganti del ‘900 italiano.

 

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto