il protocollo

Latina, accordo tra Provincia e Ordini professionali per collaborare

Coinvolti Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti industriali

Shares

LATINACreare una rete di collaborazione tra enti e ordini professionali: la Commissione lavori pubblici della Provincia di Latina ha approvato questa mattina la bozza di un Protocollo di intesa tra l’ente e la Consulta delle professioni tecniche  – composte da Ordine degli Ingegneri, Ordine degli Architetti, Collegio provinciale dei Geometri, e dei Periti industriali – con l’obiettivo di avviare una collaborazione “sia in attività istituzionali sia in tavoli volontari, il tutto finalizzato al supporto e alla collaborazione su temi quali energia, ambiente, pianificazioni territoriale e rigenerazione urbana, infrastrutture e mobilità, sicurezza nei luoghi di lavoro, internazionalizzazione”.

Soddisfazione da parte del presidente della Provincia Carlo Medici il quale sottolinea come “la collaborazione con i professionisti può garantire all’ente un supporto nelle politiche di gestione, sviluppo e valorizzazione del territorio passando per temi come la mobilità, la pianificazione territoriale, la ricerca e l’innovazione tecnologica, i lavori pubblici”.
“L’aggiornamento e la competenza soprattutto nella pubblica amministrazione – sottolinea il presidente della Commissione Cardillo Cupo – sono fondamentali. Oggi grazie all’impegno e all’aggiornamento che gli Ordini professionali garantiscono possiamo dire che sul tema della formazione e della ricerca la professionalità rappresenta un punto di forza e un valore aggiunto imprescindibile garantendo ai cittadini linee guida uniche per semplificare e snellire richieste e accesso ai servizi della pubblica amministrazione. Il tutto creando una rete tra ordini, Provincia e Comuni così da eliminare e snellire i percorsi burocratici”.

Alla riunione della Commissione hanno partecipato i consiglieri Ennio Afilani, Rita Palombi e Domenico Villani e i presidenti degli Ordini Massimo Rosolini, Giovanni Pol, Sergio Mascitti e Guido Massarella.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto