l'opera

Seconda tranche di interventi sul ponte di Sabaudia

Senso unico alternato durante le lavorazioni

Shares

SABAUDIA – Il risanamento delle pile di appoggio di ponte Giovanni XXIII, la panoramica porta di accesso al lungomare di  Sabaudia, è la seconda tranche dei lavori di risanamento della struttura iniziati lo scorso 21 maggio. Zattere di fondazione, fusti e stampelle superiori sono le parti da risanare in questa fase “con prodotti ad alte prestazioni”. Lo scorso anno, infatti, era stata portata a termine la manutenzione straordinaria con l’installazione dei nuovi giunti e il risanamento dello stato di degrado della pavimentazione stradale attivando.

“In questa fase  – spiega in una nota il Comune – si stanno completando gli interventi sulle stampelle di appoggio delle campate e sulle zattere, mentre per i fusti si procederà con tecniche e materiali diversi, vista la particolarità delle lavorazioni da eseguire. Infatti le strutture sono state preventivamente ispezionate per verificare il loro stato di conservazione e in base a quanto riscontrato si sta procedendo alla esecuzione dei lavori adottando le tecniche e i materiali necessari a garantire la buona esecuzione delle opere e la loro durabilità”.
Qualche disagio per i bagnanti durante la settimana: la ditta sta procedendo con pontili galleggianti e impalcature alla base dei fusti, ma anche dall’alto con un cestello. Per questa ragione il Comune ha istituito un senso unico alternato sul ponte durante le lavorazioni, con semafori che vengono rimossi al termine delle giornate lavorative lasciando poi libera la circolazione.

Per eseguire gli interventi è stato attivato presso la Cassa Depositi e Prestiti apposito mutuo per 400mila euro.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto