taglio del nastro

Formia, inaugurato l’asilo “eco” nel quartiere Acqualonga

La sindaca Gervasi: "Una struttura all’avanguardia, sicura e basata sul risparmio energetico"

Shares

FORMIA – E’ stato inaugurato questa mattina in via Acqualonga, nel quartiere di San Pietro, l’asilo nido comunale “Allegri Monelli”, una struttura moderna per tecnica e scelta di materiali ecocompatibili che accoglierà dal prossimo 14 settembre trentacinque bambini. L’opera, che sorge su un terreno di proprietà comunale, è stata realizzata grazie a un finanziamento della Regione Lazio e consegnata al Comune di Formia che ha allestito tutti gli spazi interni, compresa l’area nanna e la cucina, e curato nei particolari le aree gioco e il verde attiguo.

La cerimonia si è tenuta alla presenza delle autorità, di tantissimi genitori, delle educatrici, della referente Mara Caccia e dell’ingegnere e progettista della Regione Lazio Cesare Pierdominici, che ha collaborato a stretto contatto con i dirigenti dei Settori Lavori Pubblici, Urbanistica e Servizi Sociali. La struttura inaugurata oggi rientra nel progetto regionale denominato “Mille asili per il Lazio” ed è la seconda che viene aperta dopo Sacrofano.

I locali sono stati benedetti dal parroco della Chiesa del Cuore Immacolato di Maria, Don Mariano Salpinone, che ha ricordato come la ripartenza a livello nazionale avviene soprattutto dal mondo scolastico.

Orgoglio e tanta soddisfazione nelle parole della sindaca Paola Villa: “Oggi è una bella giornata perché inauguriamo la scuola per i bambini da 0 a 3 anni ed è un luogo dove si insegnerà, si giocherà e si faranno tantissime iniziative. È una struttura all’avanguardia, innovativa, in totale sicurezza e basata sull’ottimizzazione del risparmio energetico. La realizzazione dell’asilo è una vittoria della città di Formia, è il primo asilo interamente a norma, aperto ad un quartiere periferico e dove i posti aumenteranno man mano che diminuiranno le restrizioni anti-Covid”.

La scelta del quartiere Acqualonga si lega alla chiara volontà di crescita della zona di recente urbanizzazione, dove risiedono tante giovani famiglie.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto