i due fasi

Trasporti pubblici aggiuntivi per l’avvio delle scuole: la Regione Lazio pubblica l’avviso

Per un mese l'affidamento diretto, poi Cotral bandirà la gara per la gestione del servizio fino a giugno

Shares

LATINA – Il  Lazio si prepara ad affidare servizi di trasporto pubblici aggiuntivi per gli studenti che devono viaggiare per raggiungere le scuole. Il primo passo oggi con la pubblicazione di un Avviso per l’affidamento diretto per il periodo dal 14 settembre al 31 ottobre 2020. Questo affidamento  – spiega in una nota l’Ente – permetterà di individuare nella prossima settimana gli operatori che eserciteranno i servizi aggiuntivi, con gli indirizzi operativi e il monitoraggio di Cotral. Ma sarà anche un modo per raccogliere dati sull’utilizzo dei bus da parte dei ragazzi e poter passare alla seconda fase  che  sarà gestita completamente da Cotral, incaricata di indire una gara che porti all’affidamento del servizio fino a giugno 2021.

L’attesa è di una forte pressione sul servizio e per questo il dialogo è aperto con Trenitalia, Cotral e Atac, gli operatori del settore e con il supporto scientifico  del Centro di Ricerca per il Trasporto e la Logistica (CTL) della Sapienza Università di Roma e in collaborazione tra  la Direzione regionale Infrastrutture e Mobilità, e la Direzione dell’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio che ha permesso “di ricostruire la domanda di trasporto scolastica in maniera puntuale”.

“In adesione alle nuove linee guida nazionali  – si legge in una nota – ci sarà la  possibilità di estendere la capacità dei mezzi fino all’80%, aumentando, quindi il numero di passeggeri sui singoli bus e diminuendo le esigenze di sopperire alle carenze di mezzi attraverso servizi aggiuntivi che dovranno essere richiesti agli operatori del settore privati Ncc”.

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto