nuova riunione

Rientro a scuola per le superiori confermato per il 7 gennaio con due novità

Il 60% entrerà alle 8 e il 40% degli studenti alle 10. Ore ridotte a 50 minuti

LATINA – La scuola riaprirà il 7 gennaio nonostante alcuni dubbi e l’appello alla cautela dell’assessore alla sanità D’Amato. Al termine dell’ultima riunione tenutasi sabato 2 gennaio, tra l’assessore regionale alla Scuola della Regione Lazio, Claudio Di Berardino, l’assessorato ai Trasporti della Regione, l’ufficio scolastico regionale, le associazioni di categoria del mondo della scuola e i dirigenti scolatici, ferma restando l’ attenzione al quadro epidemiologico, è  stata confermata la ripartenza delle attività didattiche in presenza per il primo giorno utile dopo le vacanze di Natale.

Le organizzazioni hanno chiesto però la possibilità di invertire le percentuali di ingresso degli studenti per far entrare il 60% alle 8 e il 40% alle 10. E’ stata inoltre chiesta la riduzione del tempo dell’ora di lezione soprattutto per gli istituti tecnici e professionali.

“Fatte salve valutazioni diverse che il Governo possa prendere o diverse valutazioni che possono emergere a seguito della curva dei contagi, in vista della riapertura delle scuole superiori il 7 gennaio, e recependo alcune specifiche richieste, si è deciso – afferma l’assessore Claudio Di Berardino – di ridurre l’orario delle lezioni da 60 a 45/50 minuti, soprattutto per gli istituti tecnici e professionali. Dopo un passaggio con le Prefetture, si sta lavorando per invertire la percentuale di ingresso a scuola modificando lo scaglione del 40% con quello del 60%”.

La percentuale di studenti che rientrerà a scuola sarà pari al 50% dal 7 al 16 gennaio per poi raggiungere il 75%. E’ atteso ora il documento del Prefetto di Latina Maurizo Falco per le disposizioni definitive e operative.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto