attualità

Pedemontana Formia: tra le opere prioritarie e strategiche

Lo scrivono il Presidente della Regione Zingaretti e l’assessore alle Infrastrutture Mauro Alessandri al Ministro delle Infrastrutture Giovannini

FORMIA – “Dopo l’iniziativa organizzata dal PD con il Presidente dell’Autorità Portuale Pino Musolino e il Sen. Salvatore Margiotta con cui si è fatto il punto sul tema infrastrutture e sugli investimenti futuri relativi al Porto di Gaeta, abbiamo lavorato in queste settimane perché si acCelerasse l’iter progettuale dell’opera”, lo dice il segretario provinciale del Pd Claudio Moscardelli che specifica: “Dopo incontro in Anas abbiamo verificato che i tecnici stanno predisponendo  lo studio di fattibilità tecnico economico presupposto per procedere in conferenza di servizi, valutazione impatto ambientale e gara d’appalto per progettazione e realizzazione . 80 milioni di euro sono già assegnati e disponibili e Anas pronta a coprire con le proprie risorse l’intera opera del costo di 300 milioni di euro.

Poiché si sta ampliando il novero delle opere commissariate con priorità , mi sono incontrato in Regione con Assessore Mauro Alessandri e al Ministero Infrastrutture per adottare iniziative finalizzate ad accelerare la realizzazione opera. La Regione Lazio , nel dare intesa al Ministero per le opere commissariate tra cui la bretella Campoverde Valmontone già finanziata per metà con 300 milioni di euro e altri 300 nel 2022, HA POSTO la realizzazione del collegamento stradale in Galleria Gaeta Formia come opera prioritaria e strategica e il suo inserimentotra le opere da commissariare.

Ringrazio per la sensibilità mostrata il Presidente Zingaretti, l’assessore regionale Alessandri e il Ministro Giovannini.

Il tema è stato posto e si lavora a trovare il veicolo normativo adeguato per l’inserimento dell’opera fermo restando che l’iter ordinario con Anas prosegue comunque spedito.

Per il PD Provinciale costituisce una proposta strategica  di sviluppo del territorio che punta a dare forza all’hub portuale di Gaeta come leva per innescare investimenti e creare un sistema territoriale del Lazio sud quale tassello fondamentale del progetto di integrazione e di rafforzamento dell’area vasta Latina – Frosinone. Un’area di un milione e centomila abitanti con un peso demografico pari ad oltre un terzo di Roma e con un peso economico di grande valore. La Camera di Commercio Latina Frosinone con oltre centomila imprese è tra le più grandi in Italia. Vogliamo dare forza all’area vasta Latina Frosinone con investimenti per infrastrutture  di collegamento all’aurostrada A1 e di integrazione tra le due province. Il raddoppio della strada Monti Lepini e della Formia Cassino sono due elementi fondamentali. Sul quadrante sud il porto di Gaeta per fungere da leva di sviluppo ha bisogno di investimenti per l’area portuale, retroportuale e di connessione con Formia attraverso un percorso in galleria e con la Formia Cassino per in collegamento veloce con autostrada del Sole (previsto dalla Regione Lazio il raddoppio con 80 milioni sui fondi europei). L’obiettivo è duplice : creare un sistema intermodale di collegamento per le merci da e per il mare: collegamento con autosole A1 e con altri sistemi di trasporto su ferro (littorina) rendendo così possibile ingresso del Porto di Gaeta nelle autostrade del mare e nei corridoi europei di mobilità delle merci . Ciò renderebbe il porto di Gaeta riferimento di tutto il Lazio sud compreso il cassinate non più costretto a riferirsi a Civitavecchia. Sarebbe un porto competitivo nel mediterraneo di nuovo al centro del flusso mondiale del commercio. Secondo obiettivo è liberare il lungomare di Formia dal traffico pesante e di Alta percorrenza e restituirlo alla città per innalzare il livello di qualità della vita, per la sostenibilità ambientale e per valorizzare il turismo dell’area del Golfo.

Tutta l’area industriale del sud  pontino – Gaeta, Formia e Minturno- risulterebbe interconnessa e agganciata all’autostrada. Lo sviluppo dei servizi logistici e l’impulso alle attività produttive farebbero un balzo in avanti .

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto