A Latina

Ottica Davoli: Magia di una Foto

Sensazioni, odori ed emozioni di quell’attimo catapultati in una realtà odierna completamente differente

Pochi giorni fa mi è capitata tra le mani una vecchia foto, ritraeva mio padre intento alla lettura di un giornale. L’immagine mi ha subito riportato a quel momento. Lui seduto su una vecchia sedia in vimini, con la sua camicia bianca in lino ed i suoi immancabili mocassini e gli occhiali inforcati a metà naso.
Magia delle foto, ricordi il momento, il posto, gli odori e le emozioni di quell’attimo. Portava tra l’altro uno dei primi occhiali fatti da me, ricordo la soddisfazione che provavo. Quello l’ho fatto io!

In quella foto mi rendo conto solo in un secondo momento che mio padre aveva la mia età odierna. Come mi sembrava vecchio per i miei 16 anni. Adesso a 50 anni ci sentiamo tutti dei giovanotti.
Ti rendi conto, soffermandoti semplicemente su una immagine, come sono cambiate le cose, soprattutto come sono cambiate le prospettive. Una cosa e vederle con gli occhi di un 16nne ed un’altra vederle con gli occhi di adesso. Mi piaceva condividere con voi questo fotogramma della mia vita soffermandosi a fare una riflessione. Quanto siamo cambiati e quanto sono cambiate le nostre abitudini.

Adesso non metteremmo mai un mezzo occhiale, troppo da vecchio. Oltre a questo quella soluzione ha molte limitazioni nei spazi di utilizzo. La nostra vita è cambiata tantissimo, i 50 anni di allora sono molto diversi. Adesso alla stessa età siamo nel pieno della nostra vita lavorativa molto più dinamica ed impegnativa. Abbiamo bisogno di una dinamicità più alta. I vecchi occhiali da vicino ci obbligavano ad avere una distanza di lettura prefissata a 30/35 cm. Oramai troppo limitanti, visto l’uso anche dei PC. Per fortuna tutto evolve ed anche gli occhiali o meglio le lenti lo fanno. Mi rivolgo sia a chi ha un difetto visivo da lontano ed è diventato presbite sia ad un soggetto che non ha bisogno di occhiali da lontano ed è solo presbite. Tutti e due hanno in comune una necessità importantissima. La distanza intermedia. Tengo a precisare come fatto altre volte che per me il termine lettura è un termine generico con il quale identifico tutto ciò che facciamo a 30/35 cm sia che leggiamo o che mettiamo una vite o altro. Detto questo si apre un mondo, chi non ha bisogno di “leggere” anche a 70/80 cm? L’uso del Pc ha complicato tanto la correzione della presbiopia pura.

Pensate a chi non ha mai portato occhiali e di punto in bianco si ritrova che per vedere da vicino ha bisogno di una gradazione e per vedere lo schermo del pc un’altra. Spesso, sbagliando, si usano occhiali non idonei o usati nel modo non opportuno. Facciamo un esempio, quanti di voi hanno visto una persona che porta gli occhiali da lettura, i classici mezzi occhiali, tutti calzati sul naso guardandoci anche da lontano? Questo è il miglior modo per stare scomodi e far progredire in maniera veloce la presbiopia. Per tale necessità è più appropriato l’uso di lenti “Dinamiche”, lenti che ci permettono di avere un raggio di azione che va dai 150/180 cm ai classici 30 cm. Come sempre non basta affidarsi a questa tipologia di lenti ma bisogna calcolarla in base alla postazione di lavoro (distanza da PC, altezza e grandezza del monitor). Noi dell’Ottica Davoli grazie ad uno strumento di nostra ideazione siamo in grado di simulare la postazione di lavoro e quindi rilevare tutti i dati optometrici che serviranno per la corretta costruzione ed uso di questa specifica lente. Questa lente tanto semplice quanto geniale attraverso questo nostro accorgimento risolve tanti problemi e dà una grande facilità di utilizzo.

Torniamo poi a chi gli occhiali già li porta ed è diventato presbite, sia che esso sia Miope che Ipermetrope. Il primo come primo sintomo avrà l’impulso di togliere gli occhiali per “leggere”, poi a seconda della miopia dovrà avvicinarsi di più o di meno al testo. Mentre l’Ipermetrope tenderà ad allontanare il testo. Tutti e due avranno bisogno di una correzione per il vicino ed un’altra per l’intermedio. Partendo sempre dalla correzione da lontano. L’uso di lenti Multifocali ci toglie l’impaccio a tutte e tre le situazioni (lontano, medio e vicino), anche in questo caso la qualità delle lente e la precisione nel montaggio oltre all’esperienza del vostro Ottico fanno la differenza. Come abbiamo detto nel nostro precedente articolo è inutile avere delle ottime materie prime se poi non abbiamo i mezzi e le competenze per poterle sfruttare al massimo. Detto questo Aldo e Paolo vi aspettano.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto