sabato un flash mob

Anticorpi monoclonali, da Bsp Pharmaceutical di Latina Scalo scossone all’Aifa

Braca: "Produciamo per tutto il mondo, ma non per l'Italia. Non ci dormo la notte"

LATINA – “Li inviamo in tutto il mondo, ma in Italia se faccio uscire una fiala dal cancello mi arrestano”. Stanno facendo il giro del mondo, le parole pronunciate da Aldo Braca, fondatore e presidente della Bsp Pharmaceutical di Latina Scalo in un’intervista al FattoQuotidiano. Uno scossone al sistema che sta penalizzando i pazienti più gravi colpiti dal Covid.

L’imprenditore di Latina che produce qui gli anticorpi monoclonali della Eli Lilly inviandoli in tutto il mondo, sottolinea il paradosso dovuto al fatto che l’Aifa non ha ancora autorizzato la commercializzazione del farmaco nel nostro Paese, una terapia che aumenta del 70% le possibilità di sopravvivenza per i malati di Covid in condizioni più gravi.

“Non ci dormo la notte – ha aggiunto dicendosi più che arrabbiato –  da quando ho iniziato a mandare via il prodotto”.  Il timore infatti è che tutta la produzione (100mila dosi al mese) venga opzionata dai Paesi in cui è autorizzato l’utilizzo, in Europa, Asia e America, ma non in Italia.

Anche nello stabilimento Menarini di Pomezia si stanno sviluppando anticorpi monoclonali ‘made in Italy’.

FLASH MOB – E per attirare l’attenzione sul problema la Cisl di Latina ha indetto un flash mob rivolto a tutti i cittadini e in programma sabato mattina in piazza del Popolo.

“Sembrerebbe notizia di oggi che AIFA si stia preparando per autorizzare la terapia degli anticorpi monoclonali, ma se ciò non accadrà la Federlazio aderirà al flash mob organizzato per sabato 6 febbraio”,  scrivono il presidente e il direttore, Marco Picca e Claudio Malagola sottolineando in una nota che “ci sono sollecitazioni da parte di importanti infettivologi come il Prof. Burioni o il Prof. Bassetti che ancora oggi non si danno spiegazione di come ancora l’Aifa non abbia autorizzato l’uso in Italia”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto