ok il ritorno in presenza

Bene il 57° Festival Pontino, Elisa Cerocchi: “La musica riprenderà presto a suonare”

La Fondazione Campus tira le somme del ritorno in presenza e prepara i concerti di fine estate e autunno

LATINA – Il Festival Pontino di Musica ha concluso sabato scorso, 31 luglio, l’edizione n. 57, la prima totalmente in presenza dopo lo stop dello scorso anno che aveva permesso a luglio 2020 la fruizione solo in streaming della storica manifestazione musicale organizzata dal Campus Internazionale di Musica di Latina. E il bilancio è positivo.

“Sono contenta dei risultati ottenuti nella realizzazione del Festival di quest’anno – commenta Elisa Cerocchi presidente del Campus Internazionale di Musica – Nonostante i vincoli posti nel rispetto delle misure anti covid, il pubblico dei concerti e gli allievi dei corsi sono stati numerosi e felici di partecipare di nuovo alle nostre attività. Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione delle stesse”.

Diciannove in totale i concerti, tenuti fra il Castello Caetani e la Chiesa di San Michele Arcangelo a Sermoneta, il Giardino di Ninfa, il Chiostro di Sant’Oliva a Cori e l’Arena Cambellotti di Latina, a cui, oltre al pubblico locale, hanno partecipato diversi turisti, anche con qualche significativa presenza straniera.

“Importante anche la ripresa in presenza dei Corsi di perfezionamento musicale di Sermoneta, con i docenti storici, e nuove e sempre autorevoli presenze: Mario Caroli (flauto), Carlo Fabiano (musica da camera), Alessandro Solbiati (composizione), Claude Delangle (sax), Corrado Rojac (fisarmonica), Giovanni Gnocchi (violoncello), Franco Petracchi (contrabbasso) e, da quest’anno, Andrea Lucchesini per il Corso di pianoforte. Un centinaio le iscrizioni pervenute, oltre che molte regioni italiane, anche da Austria, Francia, Inghilterra, Spagna, Slovenia, Ucraina, Messico e Colombia. Grazie alla preziosa disponibilità dei Sermonetani, che hanno permesso di usufruire di diversi spazi della città oltre al Castello Caetani, i giovani musicisti sono tornati a seguire dal vivo le lezioni dei loro docenti, nel rispetto delle disposizioni anti covid”, aggiungono dalla Fondazione.

NUOVE MUSICHE E BORSE DI STUDIO  – Dal corso di composizione di Alessandro Solbiati, tre allievi sono stati selezionati per una nuova creazione da presentare in prima mondiale agli Incontri di musica contemporanea del prossimo Festival Pontino, quello che si terrà nel 2022. Sono Francesco Mariotti, Francesco Bussani e Nicki Pepita, quest’ultimo residente proprio a Latina. E – spiegano dalla segreteria organizzativa del Festival – grazie alla ditta Pigini Fisarmoniche di Castelfidardo, che collabora già da alcuni anni con il Campus, anche quest’anno il corso di fisarmonica ha potuto assegnare due borse di studio che sono andate alla giovanissima Ludovica Borsatto e allo sloveno Aleksander Lesar.

“La musica riprenderà presto a risuonare, dopo la pausa estiva, con i concerti di fine estate e autunno”, assicurano dal Campus Internazionale di Musica. Appuntamento al  Circolo Cittadino di Latina.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto