Piano mobilità: la Regione ha acquistato 26 nuovi treni

Nel progetto anche il rilancio del sistema portuale e marittimo con l’ampliamento del porto di Gaeta

Shares

regione-palazzoLATINA – La Regione ha acquistato 26 nuovi treni che verranno consegnati entro i primi mesi del 2015 e altri mezzi saranno acquistati con i Fondi europei per un ammontare complessivo di 26 milioni di euro. Ulteriori 100 milioni sono destinati all’acquisto di autobus di ultima generazione.  Interventi che rientrano nel Piano della mobilità presentato la scorsa settimana i cui principi ispiratori sono il rafforzamento del sistema di trasporto pubblico e il conseguente alleggerimento dell’utilizzo dei veicoli privati, soprattutto nelle aree urbane. Del progetto fa parte anche il rilancio del sistema portuale e marittimo con l’ampliamento del porto di Gaeta, e l’incremento delle tratte di collegamento con le isole pontine, in particolare Ponza. “La Regione, spiega il consigliere Enrico Forte – sta lavorando per dotare il Lazio di un sistema di trasporto sostenibile ed efficiente oltre che innovativo visto che include anche un sistema di veicoli elettrici che contribuiranno a ridurre l’inquinamento. La mobilità nel Lazio – sottolinea Forte – secondo questo piano si svilupperà attraverso un sistema logistico per le merci, il trasporto pubblico dei passeggeri, il sistema ferroviario, quello stradale, quello portuale e marittimo e l’integrazione con la mobilità urbana. Del resto l’amministrazione Zingaretti già da tempo ha messo mano al settore risanando il Cotral e ripianando i pesanti debiti accumulati dalle precedenti amministrazioni per poi elaborare una proposta dalla quale nascerà un’unica Agenzia per i trasporti del Lazio. Una mobilità efficiente – prosegue il consigliere regionale del Pd – è una delle principali esigenze dei cittadini che spesso sono costretti a subire ritardi e malfunzionamento della rete del trasporto pubblico. Del resto riuscire ad incrementare la rete su ferro comporta una diminuzione del traffico su gomma ed un miglioramento della qualità della vita all’interno delle città”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto