prime piogge

Maltempo e mareggiate, alberi abbattuti e acqua non potabile, il bilancio

Fermi per oggi i traghetti per Ponza

LATINA – Il forte maltempo del fine settimana ha causato allagamenti e alberi caduti, e livello di attenzione nelle campagne per i canali esondati e  nel sud pontino l’acqua non è utilizzabile per scopi alimentari. A causa delle forti piogge infatti si stanno verificando fenomeni di torbidità presso le sorgenti di Mazzoccolo e Capodacqua che servono i comuni di Formia, Gaeta, Spigno Saturnia, Minturno, Castelforte e Santi Cosma e Damiano.

A Latina la domenica era cominciata con un pino crollato durante la notte in parco Falcone e Borsellino, un gigante che nella caduta ha distrutto una panchina e che ostruiva completamente il passaggio di uno dei viali. Per rimuovere il grosso albero, gli operai del Comune, di Abc e la protezione civile Passo genovese hanno impiegato più di tre ore. Alberi rimossi anche a Bassiano e Sabaudia e Fondi. Numerosi gli interventi di vigili del fuoco e protezione civile in tutta la provincia, i problemi soprattutto per allagamenti nella zona lungomare di San Felice Circeo dove l’acqua ha coperto i marciapiedi, mentre smottamenti si sono verificati in particolare in via del Sole. Disagi anche per la lunga interruzione della corrente elettrica. A Terracina la mareggiata ha costretto diversi operatori balneari a proteggere le strutture con barriere di sabbia

ISOLE – Niente trasporti oggi da e per le isole Pontine. E‘ Laziomar ad aver annunciato questa mattina che a causa delle avverse condizioni meteo marine sono state annullate le corse Formia Ponza delle  8,30 e Ponza Formia delle 14,30.
SUGHERO SULLA CARREGGIATA – Tre ore di lavoro ci sono volute per rimuovere il grosso pino crollato a Latina in Parco Falcone e Borsellino, e altrettante ce ne sono volute ieri sera per liberare la strada Mezzomonte-Torre Paola che collega San Felice Circeo a Sabaudia da un sughero abbattutosi sul carreggiata. E’ intervenuto l’Anc di Sabaudia e la strada è rimasta chiusa fin quasi a mezzanotte.

A FORMIA – La situazione peggiore nel sud pontino. E’ cominciata alle 3,40 della notte la giornata della sindaca di Formia Paola Villa e con lei quella dei volontari della protezione civile, di vigili urbani, vigili del fuoco, funzionari e operai comunali, operatori della Formia Rifiuti Zero e semplici cittadini: “Tanti gli interventi fatti, tante le criticità affrontate e tante ancora da affrontare. Largo Paone e piazza Testa con grandi problemi irrisolti, interventi fatti in via delle Acquarole, Rio Santa Croce, via Tranzano, via Piana, via Tito Scipione, Porto Caposele, Pontone” e la considerazione che è “inutile continuare a parlare di eventi eccezionali, ormai sono eventi da affrontare, da mettere in conto”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto