controlli dei carabinieri del Nas

Caseificio chiuso a Cisterna, ma continua a produrre: scatta la denuncia per il titolare

Dieci chili di mozzarelle trovati in una rivendita di Latina dopo la sospensione dell'attività

Shares

CISTERNA – Un caseificio di Cisterna di Latina è stato chiuso  dal Nas dei Carabinieri a causa di gravi carenze igieniche e strutturali riscontrate nel laboratorio di produzione, ma come nulla fosse continuava ad operare. Il provvedimento restrittivo, adottato in collaborazione  con la A. S. L. di Latina  è stato infatti ignorato nei giorni successivi e la produzione di mozzarelle è proseguita “in dispregio del provvedimento di sospensione dello stabilimento di caseificazione  – spiegano i carabinieri  – e in contrasto con  le elementari norme di sicurezza igienica e di buon senso da adottarsi nell’ambito dell’attività produttiva degli alimenti”.

Da ulteriori controlli effettuati dai militari nei giorni successivi in due esercizi commerciali di alimenti di Latina sono state trovate oltre 10 kg di mozzarelle prodotte proprio dal caseificio in questione. Per il responsabile, già sanzionato con 2000 euro, è scattata la  denuncia per inosservanza del provvedimento. Le mozzarelle  in commercio sono state sequestrate e saranno destinate a sicura distruzione.

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto