il bilancio aggiornato

Coronavirus, i casi a Latina e provincia salgono a otto: tutti ricoverati

Un nono caso riguarda un militare di Aprilia diagnosticato al Celio

LATINA  –  “Al momento della redazione del presente comunicato, si rappresenta che in Provincia di Latina si sono registrati otto casi positivi al Coronavirus, di cui sei in carico allo Spallanzani e uno ricoverato presso l’Unità di Malattie Infettive del Goretti e uno presso l’ospedale Dono Svizzero di Formia”. Lo scrive la Asl di Latina in una nota.

L’Azienda spiega quanto segue: “Le nuove posizioni aperte riguardano un cittadino del Comune di Aprilia, ricoverato in isolamento al Goretti, un cittadino residente nel comune di Cisterna di Latina, giunto all’ospedale di Velletri e, successivamente, trasferito allo Spallanzani più tre pazienti provenienti da Fondi e da Terracina.

Con riferimento al paziente di Latina, sembrerebbe identificato il link epidemiologico con un trasportatore che, nelle settimane precedenti, si è recato in diversi comuni della Lombardia e dell’Emilia Romagna. Il paziente di Cisterna ha un chiaro link epidemiologico lombardo. Per tutte le altre posizioni sono gli approfondimenti necessari.

Al solo scopo precauzionale, con finalità esclusiva di prevenzione e promozione della sicurezza delle cure e di tutela della salute dei degenti, familiari ed operatori sanitari, si sta procedendo a ridurre gradualmente le attività sanitarie non urgenti oltre alla riduzione dei flussi all’interno degli ospedali.

Nella gestione dell’attuale situazione di criticità, si sono sviluppate sinergie decisive con la Prefettura e le Forze dell’Ordine alle quali va il ringraziamento dell’Azienda ASL di Latina per l’importante supporto.

Si ricorda che, al fine di non determinare allarme tra la popolazione si chiede di far riferimento a fonti ufficiali quali la Regione Lazio, il Seresmi, lo Spallanzani, e la Direzione Generale dell’Azienda ASL.

Si raccomanda di recarsi in Pronto Soccorso solo se necessario e di far riferimento al numero verde 800 118 800, al 1500, al fine di gestire al meglio l’emergenza mantenendo gli standard di cura della sanità regionale”.

Un nono caso – ma è chiaro che il bilancio è destinato a peggiorare – riguarda un militare in servizio a Pratica di Mare, visitato e diagnosticato all’ospedale militare Celio di Roma dove è stato sottoposto a tampone e risultato positivo. Le sue condizioni di salute sono buone ed è sorvegliato a casa.

Oggi si terrà un nuovo vertice in Prefettura con la Asl, i sindaci e le forze dell’ordine per fare il punto e dare ulteriori direttive. Se la statistica non mente nelle prossime ore e nei prossimi giorni i casi nella nostra provincia saliranno e bisogna prepararsi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto