la piattaforma

Un Manifesto della Cultura per Latina. Con il Covid sarà via social

L’idea di Forte, De Amicis e Scarsella

Shares

LATINA – Nasce a Latina “un comitato aperto per una nuova cultura” secondo la definizione che ne hanno dato fgli stessi promotori, Enrico Forte, Enzo De Amicis e Antonio Scarsella. Una pagina Fb sulla quale raccogliere idee e proposte nella convinzione che “la politica culturale del comune di Latina si è rivelata poco all’altezza delle esigenze della seconda città del Lazio” e che “le criticità esistenti sono state per troppo tempo un alibi”, quindi “è ora di  rispondere con coraggio, competenza e con la forza di proposte condivise”.

Così, mentre in commissione cultura si è avviato un dibattito con ospiti, intellettuali, professionisti, gente dell’arte e dello spettacolo sulla fruizione futura del Teatro D’Annunzio e degli spazi culturali in genere, una nuova iniziativa intercetta un pubblico più ampio, quello dei social epr la nascita di un Manifesto della Cultura per Latina.

“Quella che parte oggi è una vera e propria piattaforma, ma non per questo meno attiva e propositiva. Ho raccolto l’invito a farmi promotore, insieme ad associazioni, cittadini ed animatori culturali che operano senza il supporto istituzionale, di un percorso che porterà alla stesura di un vero e proprio manifesto per la cultura a Latina. Un manifesto ‘Interattivo della Cultura e per le tante culture manifeste’ (in allegato il primo ‘decalogo’, ndr) che si dipanerà in queste aree: ‘Luoghi, persone, linguaggi, storie e progetti per il futuro'”, spiega il consigliere regionale del Pd, Enrico Forte.

A causa delle restrizioni legate al Covid la manifestazione che doveva inaugurare il percorso, in programma domani, domenica 11 ottobre, non si terrà, ma è nata una pagina Facebook che vuole essere piazza virtuale. “L’aggravarsi della emergenza sanitaria ci impone di rimandare l’evento già programmato, ma più che un rinvio – dicono gli organizzatori –  si tratta di realizzare questo progetto in maniera diversa: raccogliendo i contributi di più persone, artisti e ed associazioni possibili, rispettando le indicazioni e diluendo gli eventi”.

“La manifestazione che avevamo organizzato al teatro San Francesco – spiega Enzo De Amicis – è la conseguenza naturale di una bella avventura realizzata presso l’arena estiva adiacente la parrocchia, che è stata frequentata da tantissime persone nell’arco di ben 15 eventi estivi. L’enorme riscontro ci ha dato stimolo a recuperare quanto perduto in questa fase critica per la città, sia per via del virus, sia per la mancata organizzazione di una politica culturale attrattiva. Ci sembra che la cultura sia rimasta al palo, ora vogliamo proseguire con idee e proposte raccogliendo il contributo di tutti”.

“L’idea di una serie di contributi di associazioni, artisti, operatori culturali per dare vita ad un ‘Manifesto della Cultura’ mi è subito piaciuta – dice Antonio Scarsella (associazione Solidarietà e sviluppo) – perchè cosi si può uscire dall’isolamento, da uno spezzettamento che,forse, soddisfa il singolo ma non risolve il tema della crescita complessiva della società e delle nuove generazioni. Un ‘Manifesto della Cultura’ condiviso deve infatti  partire dal territorio, dalle diverse culture, lingue, storie delle persone che lo abitano. Contenere le espressioni in cui l’arte e la cultura, il pensiero umano si manifesta (musica, letteratura, scultura, pittura, cinema, teatro…), permettere la partecipazione dei cittadini di ogni età, partendo dal presupposto che occorre lavorare oggi per avere in occasione del centenario della città, nuove generazioni consapevoli della propria storia e con lo sguardo rivolto al futuro. Non ultimo il tema degli spazi ‘fisici e mentali’ per la cultura, luoghi in cui questo processo possa svilupparsi. Centrale è in questo caso il ruolo della Scuola, delle Associazioni e delle Istituzioni, dei Comuni. Per crescere occorre investire nella cultura: equazione che sembrerebbe elementare e che, invece, è difficile da far passare dalla teoria alla pratica.

Per info e proposte Mail: manifestoculturalatina@gmai.com

Pagina facebook “Appunti per un manifesto della Cultura a Latina” (https://www.facebook.com/ManifestoCulturaLatina/)

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quotidiano Online di Latina

Proprietà del sito Cod. Fisc. SLVLSN72H15E472O

Testata Giornalistica Registrata presso il Tribunale di Latina n. 06/2016 dalla Consultia Group S.r.l.

Concesso in Uso per i Contenuti alla Radio Immagine Uno S.r.l. p.iva 02064050590

Testata Registrata presso il Tribunale di Latina al n. 490 del 28.02.2003

Concesso in Uso per la Commercializzazione a Mondo Radio S.r.l. p.iva 02690280595

Email Redazione
Ottobre: 2020
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Tutti i diritti sono riservati - Lunanotizie.it - SLVLSN72H15E472O

In Alto