L'iniziativa

Luci accese per un notte nei Teatri di Latina, ma è presto per parlare di riapertura

Si attende il giudizio del comitato tecnico regionale dei Vigili del Fuoco

LATINA – Accendere le luci del teatro e sul teatro. Lo ha fatto anche Latina ieri sera aderendo,  grazie alla collaborazione di Mix in Time, all’iniziativa in sostegno a U.N.I.T.A. (Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo) che invitava tutte le donne e gli uomini che dirigono i teatri italiani, da quelli più piccoli fino ai grandi Teatri Nazionali, a illuminare e tenere aperti i propri edifici serrati a causa del Covid.

Un’occasione che a Latina richiama inevitabilmente l’attenzione sulla situazione particolarissima del Teatro la cui chiusura non dipende certo solo dalla pandemia. Dopo i lavori effettuati all’interno (e sulla facciata) per mettere in regola la struttura (chiusa quasi 6 anni fa dal Commissario Giacomo Barbato), infatti, la riapertura sembrava solo questione di buona volontà e di risorse economiche, invece la situazione del D’Annunzio ancora non si sblocca.

Il teatro  – si potrebbe dire – è chiuso per eccesso di burocrazia. Prima del commissariamento, infatti, veniva aperto “in deroga” ogni volta che c’era uno spettacolo, ma oggi questa operazione non è più consentita. E ora  che i lavori sono compiuti, l’impianto antincendio testato,  le porte  tagliafuoco montate, le certificazioni per arredi e tende in ordine,  la cupola messa a nuovo e le infiltrazioni eliminate, non c’è verso di riaprirlo. La situazione è talmente ingarbugliata da essere stata presa in carico Comitato tecnico regionale dei vigili del Fuoco.

Ma con le luci colorate accese ieri si è riaccesa anche la speranza dei cittadini di rivederlo aperto.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto