su radio Immagine

Zona rossa a Roccagorga, la sindaca Piccaro: “Preoccupati, ma consapevoli e la macchina è organizzata”

Controlli ai varchi e nel Comune lepino con la spada di Damocle della variante inglese del Covid

(nella foto la sindaca Piccaro si sottopone al vaccino come operatrice sanitaria della Asl di Latina)

ROCCAGORGARoccagorga si è risvegliata isolata. Forze dell’ordine ai varchi, in entrata e in uscita dalla cittadina lepina e controlli nelle strade, perché siano limitati ai soli casi strettamente necessari, gli spostamenti. Troppi casi di covid e la spada di Damocle che pende sul paese già duramente colpito prima di Natale, è la variante inglese. “La possibilità ieri sera era data al 90%, ma aspettiamo l’ufficialità dei risultati degli esami eseguiti dallo Spallanzani sui campioni inviati dalla Asl “, ha spiegato la sindaca Nancy Piccaro intervenendo  questa mattina su Radio Immagine.

Non ci siamo fatti trovare impreparati – spiega la prima cittadina – la sensazione di oggi è di consapevolezza e,  inutile negarlo, anche di preoccupazione, ma in questi giorni abbiamo lavorato per mettere in sicurezza il paese già dopo le prime avvisaglie,  chiuso la scuola dell’infanzia e disposta la didattica a distanza per le altre scuole del primo ciclo. Avevamo organizzato i controlli, chiuso parchi e giardini, messo in moto i servizi necessari a domicilio. La prevenzione è sempre la strada migliore”, dice con la consapevolezza di chi unisce alla carica di sindaco, la professione di sanitario.

Siamo in pieno raccordo tra Comune, Prefettura, Asl e Regione e qualsiasi scelta ci troverà pronti e coesi per il bene di Roccagorga e per tutelare la salute pubblica“, conclude la Piccaro.

Sarà la Asl a dover decidere eventuali ulteriori controlli e se allargare l’indagine a tutta la popolazione residente.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto