bollettino 23 gennaio

Covid, al Goretti altri 14 ricoveri su 1067 nuovi contagi

Positiva senza sintomi, la sindaca di Sabaudia Giada Gervasi tri-vaccinata

LATINA – Anche il papà del ragazzo di 27 di Terracina morto per covid  nella Rianimazione del Goretti dove era arrivato non vaccinato e già in condizioni gravi, anche per l’asma bronchiale di cui soffriva, è ricoverato in Rianimazione  e ha deciso di non accettare le cure farmacologiche. L’uomo ha 55 anni e questa è soltanto una delle storie che arrivano dall’Unità in cui  finiscono i pazienti più gravi, quasi tutti non vaccinati per ferma convinzione. Due i decessi nelle scorse 24 ore.

Ieri intanto con gli ulteriori 14 ricoverati,  il Goretti di Latina continua a trovarsi in una situazione di forte pressione con tutti i posti letto messi progressivamente a disposizione dell’emergenza pandemica, occupati.

Nell’ultimo bollettino 1067 nuovi contagi a Latina e provincia. E dopo il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano, anche la sindaca di Sabaudia Giada Gervasi è risultata contagiata dal Covid. Lo ha comunicato lei stessa in una nota spiegando di aver già ricevuto la dose Booster e di non avere sintomi “le mie condizioni di salute sono buone e L’attività amministrativa  – spiega – proseguirà normalmente, continuerò a lavorare da casa in stretta sinergia con la Giunta”. Poi l’invito ad aderire alla campagna di vaccinazione”, dichiara la Gervasi.

COMUNE PER COMUNE – Aprilia 196, Bassiano 1, Castelforte 4, Cisterna di Latina 49, Cori 8, Fondi 26, Formia 44, Gaeta 10, Itri 1, Latina 294, Lenola 20, Maenza 4, Minturno 25, Monte San Biagio 7, Norma 6, Pontinia 23, Ponza 5, Priverno 38, Prossedi 5, Roccagorga 11, Rocca Massima 1, Roccasecca dei Volsci 2, Sabaudia 53, San Felice Circeo 26, Santi Cosma e Damiano 8, Sermoneta 29, Sezze 56, Sonnino 21, Sperlonga 3, Spigno Saturnia 2, Terracina 88, Ventotene 1.

Prosegue la campagna vaccinale: 6375 somministrate in provincia di Latina: 633 prime dosi, 882 seconde dosi e 4860 booster.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto