su radio Immagine

Caporalato e riscatto, è in libreria “Per Motivi di Giustizia”

L'ultimo libro di Marco Omizzolo racconta storie di liberazione

LATINA – E’  “un viaggio tra le storie di vita di lavoratori e lavoratrici che si ribellano alla schiavitù”, ai padroni. Sono italiani e stranieri, donne e uomini, schiavi anche del bisogno di lavorare. Sono i protagonisti dell’ultimo libro di Marco Omizzolo  “che rappresentano  – spiega il sociologo e giornalista di Sabaudia che ha fatto del suo mestiere un impegno civile e sociale – un’Italia che non si arrende, nonostante il razzismo, il lavoro forzato, la schiavitù, le mafie e una profonda e strumentale indifferenza che è propedeutica a questo sistema”.

La storia di riscatto di Balbir Singh è una storia di padroni, ma anche di padrini. C’è quella di un 40enne italiano che ha cominciato il suo percorso di liberazione imparando a leggere, perché era analfabeta e la sua prima catena era l’ignoranza. “Seguono le vicende di molti altri braccianti, uomini e donne, migranti e italiani, ribelli per scelta alla schiavitù dei padroni e dei padrini d’Italia”, racconta l’autore oggi di nuovo in libreria con “Per motivi di giustizia” (ed People).

Ce lo ha raccontato su Radio Immagine

IL PODCAST

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto