con Adriano Madonna

Acqua come brodo, e il mare cambia: alghe che danno mal di pancia, mucillagini e pesci mai visti prima

Da Ponza al Circeo a Gaeta tra meduse, gamberetti americani e nuovi microrganismi

LATINA – “Dai risultati dei prelievi di routine effettuati lo scorso 16 agosto dall’Arpa Lazio in località Bazzano a Sperlonga, è risultata la fioritura dell’alga potenzialmente tossica Ostreopsis ovata”. Si apre così un opuscolo fatto realizzare dal Comune di Sperlonga sul fenomeno che riguarda un’alga tropicale, apparsa per la prima volta lungo le nostre coste, quest’anno. Così come la mucillagine che soffoca letteralmente alcuni organismi marini che ricoprono i fondali. Succede al Circeo come a Ponza e sulle pareti rocciose della Montagna Spaccata a Gaeta. Che cosa sta accadendo? E perché quest’anno l’acqua del mare era come brodo, tanto calda da risultare spiacevole?

E’ l’effetto-serra che riscalda i nostri mari creando fenomeni prima mai visti. In un mare così caldo arrivano anche creature aliene, come ci spiega Adriano Madonna, biologo marino di Gaeta dell’università Federico II di Napoli in quest’ultima puntata de I nostri Mari.

I podcast de I nostri Mari, da Radio Luna 3 settembre ore 11 e ore 18

Arrivederci al prossimo anno.

1 Commento

1 Commento

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    4 settembre 2018 alle 13:55

    Bandiera blu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto