in emergenza

Latina, l’appello di Proietti: “Approvare il bilancio per garantire servizi essenziali”

L’Assessore si rivolge a tutte le forze politiche per gestire la crisi generata dal coronavirus

Shares

LATINA – Domani (martedì 7 aprile) comincerà l’analisi del bilancio del Comune di Latina in una commissione convocata in videoconferenza con sistemi di validazione ufficiali della seduta ormai testati. Ed è di queste ore l’appello dell’assessore Gianmarco Proietti a procedere celermente all’approvazione del documento contabile per poter dare agli uffici le risorse necessarie a gestire anche la crisi in atto. Si parla di welfare, di igiene pubblica, protezione civile e scuola.

«Approvare quanto prima il bilancio non è una scelta della maggioranza o della giunta ma una necessità della città. E il documento che si va ad approvare ha in sé l’elasticità per potere elaborare variazioni per gestire questa crisi. Approvare il bilancio oggi significa garantire i servizi essenziali, Ora è una lotta contro il tempo e solo una volta approvato avremo la possibilità di elaborare le variazioni necessarie a gestire questa crisi», spiega Proietti. “Siamo consapevoli che mantenere le tasse locali in vigore  – aggiunge – è oggi insostenibile non solo per moltissime imprese ma anche per gli esercizi commerciali, gli artigiani, il terzo settore fino all’associazionismo sportivo. Occorre e ci battiamo – non da soli ma con gli altri Comuni del territorio e con tutti i Comuni italiani – perché il governo sospenda per tutto l’anno in corso i tributi locali compensando con altre risorse i Comuni per tirare avanti e mantenere l’equilibrio di Bilancio”.

Proietti affida ad un tavolo tecnico già stato istituito e formato dai capigruppo di tutte le forze politiche il compito di ascoltare le istanze della città, categorie, sindacati, rappresentanti politici del territorio per formulare le variazioni necessarie. “Non abbiamo il tempo di riscrivere il bilancio, solo approvandolo potremo variarlo e lo faremo mettendoci al lavoro da subito”.

ASCOLTA

LA NOTA INTEGRALE

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto