l'analisi

Covid-19, zero casi a Latina, ma sotto osservazione gli incontri aggregati al mare

Il dg della Asl Casati: "Ci aspettiamo tutti una ripresa, usate le mascherine sempre"

LATINA – Rispetto alla giornata di ieri, non si registrano nuovi casi positivi di covid-19 e fortunatamente nemmeno nuovi decessi, tuttavia la prospettiva non è tutta rose e fiori. “Abbiamo ancora una situazione in cui il virus sta camminando e aspettiamo di vedere che cosa accadrà nelle prossime due settimane, dagli incontri aggregati al mare, per capire se effettivamente in questa fase il virus si è indebolito”, spiega il Dg Casati a latere della cerimonia di scopertura della targa donata dal Comune e realizzata dall’artista Alessandra Chicarella.

“Tutti  – prosegue il manager della Asl – ci aspettiamo una ripresa in autunno e dobbiamo trovarci pronti. E’ chiaro che ora siamo preparati ad affrontare con tecnologie, farmaci, esperienza questo problema di salute, ma quello che sarà veramente difficile sarà il contact tracing, il tracciamento dei contatti, riuscire a capire i link epidemiologici, perché è chiaro che in tempi di lockdown quando i contatti erano ridotti era più semplice, oggi le persone sono libere di frequentare chi vogliono e tutto si complica”.

L’altra difficoltà con cui si fanno i conti è far riprendere un’attività normale nelle strutture ospedaliere della provincia di Latina: “Il modo di fare sanità è francamente cambiato. Abbiamo imparato tante cose, sicuramente che il dipartimento di Prevenzione da una parte, e l’Assistenza Primaria dall’altra, non possono più essere considerati marginali in un sistema che è ancora troppo ospedalocentrico, perché tutte le malattie si combattono e si curano soprattutto sul territorio, mentre l’ospedale è l’ultima spiaggia. E’ su questo modello che dobbiamo spingerci e la sfida dei prossimi mesi sarà il cambiamento culturale”.

L’ANALISI DI CASATI

I DATI – I casi totali dall’inizio dell’epidemia sono 560, di questi 485 pazienti sono guariti, 35 sono deceduti e 40 sono gli attuali positivi. Al Goretti restano ricoverati 13 pazienti, mentre  27 sono in isolamento a casa, seguiti a distanza.  Nessun paziente Covid è ricoverato presso la Terapia Intensiva del Goretti.

 

 

2 Commenti

2 Commenti

  1. Vincenzo Liccione

    Vincenzo Liccione

    30 Giugno 2020 alle 15:32

    Attenzione agli “Assembramenti”… il virus c’è…

  2. Giuseppina

    30 Giugno 2020 alle 21:17

    Si continuate a lasciare a casa chi ha bisogno di cure mediche ospedaliere così poi muoiono ed è colpa del covid…ma vi rendete conto di cosa state dicendo….le persone hanno bisogno di cure specifiche e accertamenti che solo in ospedale possono farli ma a voi non importa nulla di chi non può pagare una clinica privata o fare accertamenti a pagamento …avete distrutto la sanità e ora come sempre la paghiamo noi…perché non guardate gli errori che si fanno con i farmaci dati senza leggere le cartelle dove viene detto delle allergie …perché non guardate come si trattano i pazienti in reparti …a voi delle persone non importa nulla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto