screening estesi alle donne fuori fascia

La Catena Rosa della prevenzione consegnata ad Aprilia: parte Ottobre Rosa

Il direttore della Breast Unit, Fabio Ricci: "Aderite, fate i controlli e rivolgetevi ai percorsi istituzionali"

Shares

LATINA – Comincia Ottobre Rosa il mese della prevenzione del tumore al seno, iniziativa promossa nell’ambito della Campagna Mondiale Nastro Rosa in cui sarà possibile eseguire la mammografia gratuitamente nelle strutture pubbliche, non solo per chi è già in fascia di screening, ma anche per le donne più giovani di età compresa tra i 45 anni e i 50.

La Catena Rosa, che da qualche anno unisce idealmente i Comuni della provincia di Latina nell’impegno su questo fronte, quest’anno è stata consegnata al Comune di Aprilia nelle mani del primo cittadino Antonio Terra dalla sindaca di Sermoneta, Giuseppina Giovannoli alla presenza del Prefetto Maurizio Falco:  una catena di lana rosa, lavorata, partita anni fa da Roccagorga da una idea dell’allora Sindaca Carla Amici, e che ha già raggiunto Minturno, Gaeta, Terracina e Sermoneta e che, in futuro, continuerà a girare negli altri Comuni della provincia di Latina per richiamare l’attenzione di tutti sull’importanza della lotta contro il cancro al seno.

A presentare le iniziative e il rinnovato sodalizio tra istituzioni e mondo del volontariato, sono state sabato scorso LILT, ASL, Breast Unit e Università Sapienza Polo Pontino, in una conferenza moderata dalla giornalista Mariassunta D’Alessio. I relatori, la  prof.ssa Antonella Calogero, il prof. Fabio Ricci, il dott. Luigi Rossi, hanno posto l’accento sui numeri, le nuove cure, le prospettive della ricerca, sulla qualità della vita e la certezza che si può ridurre ancora la mortalità per cancro al seno fino alla sua sconfitta.

“Le Breast Unit, nate in tutta Italia hanno fatto aumentare del 20% la sopravvivenza delle donne colpite dal tumore al seno. Ricordarlo è dunque un imperativo etico e una precisa scelta culturale fondata su principi di giustizia ed uguaglianza e criteri di qualità e umanità, integrando forze e competenze. Questo mese è un appuntamento con la speranza”, ha voluto sottolineare Fabio Ricci Direttore clinico della Creast Unit del Goretti ospite questa mattina ai nostri microfoni

ASCOLTA

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto