cronaca

Un violento calcio dietro la morte del gatto di Via dei Volsini: “Troveremo il responsabile”

Roberta Vittucci annuncia che un legale dell'Enpa chiederà le immagini delle telecamere della Polizia Stradale

LATINA – Ha generato un’ondata di forte indignazione l’uccisione di Cinese, il  gatto con gli occhi a mandorla che da 15 anni abitava una delle colonie feline di Latina, quella di Via dei Volsini. L’animale, conosciuto e seguito dai volontari dell’Enpa, dai residenti e dalla Asl e considerato un gatto di comunità, era disteso nel prato con un occhio schizzato fuori dall’orbita, ucciso con ogni probabilità da un forte calcio alla pancia o alla testa come hanno ipotizzato i veterinari che lo hanno visto.

La fotografia che ha circolato sui social ha avuto un forte impatto: “Pubblicarla è stata una sfida a chi ha fatto del male a un animale indifeso e amato da tutte le persone del quartiere oltre che da noi volontari dell’Ente nazionale per la protezione degli animali – ha spiegato la vice presidente della Sezione di Latina, Roberta Vittucci –  I gatti delle colonie feline sono seguiti, curati oltre che amati e la rabbia che proviamo è grande. Temiamo comportamenti imitativi e faremo di tutto per trovare il responsabile, così come accadde a Latina per il cane Lucky”, ci ha raccontato Vittucci annunciando che chiederà attraverso un legale di acquisire le immagini delle telecamere della Polizia Stradale che si trova proprio di fronte all’area in cui è posizionata la colonia felina e che dunque potrebbero aver ripreso la scena.

L’AUDIO

3 Commenti

3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto