al Goretti di Latina

Videochiamate ai familiari dai reparti covid, Parrocchia: “Così si umanizza l’assistenza”

L'iniziativa con la Uoc di Malattie Infettive e l'associazione Istituto per la famiglia

LATINA – E’ stato attivato al Goretti di Latina un servizio gratuito di supporto telefonico per i pazienti ricoverati. Si chiama Voce Amica e nasce per superare il grande limite, imposto dalla pandemia,  del divieto di fare vista ai familiari nelle strutture sanitarie pubbliche, con lo scopo di salvaguardare la salute dei malati e di tutti gli operatori. Oggi,  per superare quello che è oggettivamente un problema, e aiutare anche chi non ha portato con sé io non può usare i proprio dispositivi, la Direzione Sanitaria dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, e la UOC di Malattie Infettive, con la collaborazione dell’Associazione di volontariato ‘Istituto per la Famiglia 46’ di Latina, hanno attivato un servizio gratuito di videochiamate su un numero dedicato

“La possibilità per il paziente di comunicare con l’esterno offre come risultato il miglioramento e l’umanizzazione dell’assistenza in una condizione, dettata dalla pandemia particolare di totale isolamento”, ha detto il direttore del Goretti Sergio Parrocchia.

“Come associazione abbiamo rilevato che uno dei problemi dei parenti degli assistiti è quello di non riuscire, a causa del Covid, a vedere i propri cari durante la degenza in ospedale. Così è nato il nostro progetto che poi abbiamo presentato alla direzione sanitaria del Goretti – spiega Claudio Zappalà, Presidente dell’Associazione ‘Istituto per la Famiglia 46’ – Il personale è impegnato e non può farsi carico anche di questo aspetto e per cui come associazione organizziamo le videochiamate in allineamento con i reparti, soprattutto di pomeriggio, per effettuare le videochiamate ai parenti. Naturalmente- precisa Zappalà- non si forniscono notizie afferenti allo stato di salute”.

Le videochiamate saranno effettuate solo su richiesta del familiare o paziente mediante un numero dedicato 3316811480, messo a disposizione dall’Associazione. L’Associazione, una volta al giorno, contatterà il Coordinatore del reparto per comunicare la possibilità di effettuare la chiamata, quindi la stessa ricontatterà l’interessato per confermare l’appuntamento. La chiamata potrà essere ritardata e/o rimandata a seconda delle esigenze
del reparto. II servizio verrà sarà disponibile dalle ore 15:00 in poi.

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto