i ritardi nelle consegne

Covid, vaccinazioni over 80, tutto rinviato di una settimana: prenotazioni il 1° febbraio, prime dosi l’8

D'Amato allunga le previsioni per la copertura delle persone fragili a fine maggio

LATINA – A causa del ritardo nelle forniture dei vaccini, la Regione Lazio ha rinviato al 1° febbraio anche l’avvio delle prenotazioni per gli over 80 che dovevano partire oggi, per arrivare a lunedì prossimo con la somministrazione delle prime dosi. In provincia di Latina, secondo il piano concordato dalla Asl con la Regione, 350 dosi al giorno, circa 60 per ognuno dei 5 punti vaccinali attrezzati sul territorio della provincia (ed estensibili a 12 quando arriverà un numero più consistente di vaccini).

Saltate le consegne programmate di Pfizer e AstraZzneka, invece, le persone con età pari o superiore a 80 anni dovranno aspettare un’altra settimana per prenotarsi e le somministrazioni potranno esser eseguite a partire dall’8 febbraio, sempre che tutto proceda per il verso giusto.

“Se tutto andrà bene  – ha dichiarato l’assessore regionale D’Amato – nel Lazio sarà un grande obiettivo arrivare ad aver vaccinato tutti gli over 80 alla fine di maggio”.

Ad oggi il contatore di Salute Lazio segna 23368 persone che hanno completato il ciclo vaccinale con le seconde dosi (circa il  38% dell’intero dato nazionale). “Bisogna correre più veloci delle varianti. Servono le dosi dei vaccini poiché abbiamo una macchina che sta marciando con il freno a mano tirato. Non importa di quale nazionalità l’unico elemento è che siano vaccini sicuri ed affidabili, superando tutti gli standard di qualità europei”, ha detto D’Amato riferendosi al vaccino russo Sputnik.

Sempre dal 1° febbraio, gli ultraottantenni potranno rivolgersi e prenotarsi presso il proprio Medico di Medicina Generale (MMG) se quest’ultimo ha aderito alla campagna vaccinale.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto