ambiente

Contratto di costa tra il Parco di Ulisse e Foce del Garigliano

La presidente Cassetta: "Serve per proteggere il nostro territorio"

Shares

SUD PONTINO – E’ stato approvato ieri il documento di intenti promosso dall’Ente Parco Riviera di Ulisse che avvia una nuova formula di tutela costiera grazie alla sottoscrizione del Contratto di Costa Riviera di Ulisse e Foce del Garigliano da parte di diversi enti e associazioni compresi nel territorio tra la piana di Fondi e Minturno. “Il Contratto di Costa – ha spiegato la Presidente del Parco Carmela Cassetta, durante l’incontro ospitato dalla Club Nautico di Gaeta – è uno strumento per la pianificazione e la gestione delle aree costiere in grado di promuovere la riqualificazione ambientale e paesaggistica, attraverso azioni di prevenzione, mitigazione e monitoraggio delle emergenze di inquinamento paesaggistico/naturalistico”. In concreto si andrà a incentivare – grazie a specifici contributi regionali – lo sviluppo di economie sostenibili, un turismo rispettoso, la riqualificazione paesaggistica, la messa in sicurezza del territorio costiero, dando specifica rilevanza al fiume Garigliano.

L’esigenza di avviare il Contratto di Costa per il sud Pontino è amplificata non solo dall’impatto turistico dei mesi estivi, ma anche dalla fragilità idrogeologica del nostro territorio, che si evidenzia in occasione dei fenomeni più estremi frutto dei cambiamenti climatici in atto.

Il Parco, quindi, oltre ad aver promosso il Contratto di Costa avrà anche il ruolo di regia e organizzazione delle diverse proposte e progetti potenzialmente finanziabili che saranno avanzati nelle prossime settimane dai sottoscrittori che al momento sono: i comuni di Fondi, Sperlonga, Gaeta, Itri, Formia e Minturno; il Dipartimento Pianificazione, Design, Tecnologia, Architettura, Università Sapienza Roma; Centro Culturale Ambientale Lega Navale Italiana e le rispettive leghe navali locali di Gaeta, di Formia e di Scauri; Consorzio Sviluppo Industriale Sud Pontino; Proloco Lazio; FederLazio; Acqualatina; Porto di Sperlonga srl; Azienda del Mare Camera Commercio Latina; WWF Litorale Lazio; Legambiente; Equilibri Naturali; Sinus Formianus; Club Nautico di Gaeta; Capitaneria di Porto; UNPLI Lazio; Circolo Nautico Vela Viva; Club per l’UNESCO Latina; FLAG Mediterraneo Pontino Isole Ponziane.

Un importante atto politico che consente il coinvolgimento “dal basso” tutti gli attori (anche privati) interessati alla gestione della costa del sud Pontino “Era doveroso – conclude la Presidente – che fosse proprio il Parco Riviera di Ulisse, unico ente della riviera sud pontina a carattere intercomunale, a farsi promotore dell’iniziativa, perché l’obiettivo di una forte riqualificazione del Golfo e del Garigliano non si raggiungerà senza la coesione di realtà locali troppo spesso inutilmente concorrenti”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto