scuola

Lavori eseguiti: riapre la Camillo Caetani di Latina Scalo

Il Comune revoca l'ordinanza dopo la messa in sicurezza del cornicione

Shares

LATINA Riapre domani mattina la scuola primaria Camillo Caetani di Latina Scalo. E’stata infatti pubblicata la revoca dell’ordinanza sindacale n° 232 del 23 settembre con una nuova ordinanza, la numero 247 del 30 settembre 2020 che di fatto certifica la riconsegna dell’immobile nella disponibilità dell’Istituto Comprensivo Camillo Caetani – Aldo Manuzio.
È stato messo in sicurezza il cornicione, il ripristino verrà eseguito nei prossimi giorni. Un risultato giunto prima del previsto grazie al lavoro sinergico tra genitori, dirigente, docenti, personale e Amministrazione. La modalità più utile per risolvere in modo coordinato problematiche come queste. L’Assessore al Decoro, al Patrimonio, ai Lavori Pubblici e alle Manutenzioni, Emilio Ranieri, esprime soddisfazione per come è stata condotta la vicenda della scuola primaria di Latina Scalo: «Abbiamo fatto e stiamo facendo tutto il possibile affinché i lavori programmati si possano svolgere entro i tempi previsti. Per la gran parte ci siamo già riusciti, altri li completeremo quanto prima e continueremo a lavorare sulle altre situazioni conosciute. È stato importante riuscire a intervenire con prontezza e velocità per un problema non preventivabile come quello accorso al plesso della Caetani. Grazie ad un dialogo costante con tutte le parti in causa, ovvero dirigente, docenti, personale non docente, ragazzi e ragazze e i loro genitori. Ma anche grazie ad una programmazione che riesce a gestire con prontezza le diverse emergenze che possono accadere sugli oltre 60 plessi scolastici presenti in città. Per questo non posso che ringraziare il Servizio Decoro e Manutenzione e il Direttore dei lavori per la disponibilità alla risoluzione di questa e altre questioni».
Il Sindaco Damiano Coletta interviene: «Sono davvero contento che siamo riusciti ad anticipare la data di riapertura della scuola. Ci tenevamo molto come Amministrazione e avevamo preso un impegno con i genitori, oltre che con la dirigente scolastica, i docenti e gli studenti e le studentesse. Da queste piccole cose si vede il lavoro di programmazione solido che è stato fatto».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto