dopo l'attentato in congo

La lettera di una bambina di 7 anni per la morte del carabiniere di Sonnino Iacovacci

"Perché è stato ucciso se deve proteggerci?"

LATINA – La morte in Congo del carabiniere di Sonnino Vittorio Iacovacci scuote una ragazzina sarda di 7 anni che scrive alla Legione Carabinieri Sardegna: “Perché è stato ucciso un carabiniere? Loro devono proteggerci”. Nella sua lettera, la piccola ha disegnato anche palloncini a forma di cuore.

Oggi il suo messaggio viene rilanciato proprio dal sito istituzionale dell’Arma con la foto del militare pontino morto per difendere l’ambasciatore Luca Attanasio anche lui perito in un agguato sul quale sono ancora in corso indagini.

A Sara ha risposto il comandante della Legione, invitandola con la famiglia in caserma nella Stazione di Tortoli, alla presenza dei vertici territoriali dell’Arma. “E’ stata omaggiata dai militari che le hanno donato dei fumetti sui Carabinieri. Felice ed emozionata, ha avuto conferma che i Carabinieri continuano a proteggere lei e tutti noi, anche a costo di sacrifici”, raccontano dalla Benemerita.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto