VI edizione

Gara a Latina tra geni della matematica applicata all’informatica: Marconi e Maiorana ex aequo

L'iniziativa del Rotary Club “Problem Solving per Macchina di Turing”

LATINA  – Si sono sfidati in una gara di logica-matematica applicata all’informatica e a uscirne vincitori ex aequo, sono stati gli studenti del Liceo Scientifico Majorana e del Tecnologico Marconi di Latina.

Si è svolta ieri, presso la Facoltà d’Ingegneria dell’Università Sapienza – sede di Latina – la cerimonia di premiazione della VI° edizione della gara “Problem Solving per Macchina di Turing” (collegata alla Facoltà di Informatica di Pisa), organizzata e curata da Alberto Lo Pinto del Rotary Club Latina.  La soluzione è stata presentata in tempo minore dalla squadra del Marconi composta da Lorenzo Spataro e Riccardo Ripanti arrivati primi, che hanno preceduto la squadra del Majorana composta da Marco Bondi e Emanuele Roccia. Al terzo posto ancora un team del Majorana” con Pietro Guerriero e Michela Sicuranza.

La gara, che prende il nome dal grande matematico inglese Alan Turing che nel 1936 propose una macchina capace di eseguire ogni tipo di calcolo su numeri e simboli, in base ad un insieme di regole predefinite, ritenuta il primo modello di computer che permise di decifrare i codici di trasmissione nazisti, nasce con l’obiettivo – spiegano da Rotary – di “premiare le eccellenze tra le giovani generazioni”, “un tentativo di avvicinare la formazione alla società”.
A sfidarsi gli studenti delle scuole superiori,  40 squadre per un totale di 80 alunni: “Che sono stati impegnati in un corso di preparazione – ha spiegato il Prof. Paolo Forte, docente di Informatica Teorica presso la Facoltà di Ingegneria dell’Informazione del Polo Pontino della Sapienza – che si è sviluppato in tre incontri presso i nostri laboratori Informatici ed hanno poi portato alla individuazione delle 13 squadre finaliste”.

Alla cerimonia di premiazione erano presente, per il Rotary, il Past President Alessandro Saieva, sotto la cui presidenza è stata bandita la gara e l’attuale responsabile del Rotary Club Latina, il generale Pasquale Tarricone. “Complimenti ai voi ragazzi – il saluto di Saieva – ricordate che siamo sempre in gara con noi stessi, credete nelle vostre capacità accettando le sfide con impegno e determinazione, la buona competizione fa crescere. Il Rotary Club Latina ha sempre puntato su voi giovani. Oggi ancora di più, crediamo che con la vostra sinergia possiamo sviluppare progetti di altissimo livello sociale per concretizzare i valori rotariani”.

Nel suo saluto il Sindaco di Latina Damiano Coletta ha augurato agli studenti presenti le migliori soddisfazioni per i loro prossimi impegni negli studi universitari. E proprio il Polo Pontino dell’Università La Sapienza è stata al centro dell’intervento di Vincenzo Petrozza, direttore del CE.R.S.I.TE.S. (Centro di Ricerca e Servizi per l’Innovazione Tecnologica Sostenibile): “Abbiamo lavorato duramente perché il nuovo anno accademico ci trovi pronti ad accogliere gli studenti. E ai giovani, pur comprendendo la loro aspirazione a conoscere nuove realtà, rivolgo il sentito invito a iscriversi al Polo Pontino: abbiamo bisogno di menti sane, giovani, aperte”.
Ai premiati oltre ad una targa, è stato consegnato un contributo all’iscrizione al primo anno di Università. Targhe anche agli istituti di provenienza dei vincitori mentre tutti i partecipanti al corso preparatorio hanno ricevuto un attestato di partecipazione.

2 Commenti

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto